CANTINE APERTE A NATALE: in Toscana dal 5 al 8 dicembre

cantine aperteNatale con i tuoi, ma in cantina….

Sì perché dal 5 al 6 dicembre (e in alcuni casi fino all’8 dicembre) torna in Toscana Cantine Aperte a Natale, l’evento promosso dal Movimento Turismo del Vino Toscana in tutto il territorio vitivinicolo regionale. Un’edizione ricca di novità e sorprese pensata per i turisti e gli appassionati di vino e per far vivere loro la magica atmosfera delle feste di Natale nelle più belle cantine toscane pensando ai regali da mettere sotto l’albero. Per il weekend dell’Immacolata, le aziende aderenti in tutta la Regione, oltre 20 cantine,  apriranno le porte ai turisti con molti eventi e attività in programma. Una sorta di mercatini di Natale animati da degustazioni, eventi di solidarietà, musica dal vivo, mostre e laboratori di cucina e tanto altro. Dal Chianti Classico alla Val d’Orcia, da Montepulciano a Montalcino, dalla provincia di Firenze a quelle di Pistoia e Pisa. Un modo per conoscere non solo le cantine quindi, ma anche le bellezze paesaggistiche della Toscana vitivinicola.
Il tema di questa edizione sarà “Natale in cantina per grandi e piccini”, un evento pensato per coinvolgere l’intera famiglia. Le Cantine organizzeranno infatti attività didattiche rivolte a tutta la famiglia e mentre i bambini si potranno divertire con lezioni di cucina o laboratori creativi, i genitori avranno l’opportunità di vivere la loro esperienza in cantina con visite e degustazioni uniche.

Un’asta per il progetto MotorHome.
In Toscana Cantine Aperte a Natale avrà un prologo a scopo benefico. Venerdì 4 dicembre infatti,  a Certaldo (borgo medievale in provincia di Firenze) l’MTV ha in programma un’asta e una cena benefiche aperte a tutti in favore del progetto “Motorhome” a sostegno proprio dei bambini malati. Il ricavato dell’asta servirà ad acquistare un camper per far evadere i bambini dal mondo dell’ospedale per un giorno. Il progetto, in collaborazione con l’associazione Daniele Mariano per la lotta alla leucemia e tumori infantili e con l’associazione Taxi Milano 25 di Caterina Bellandi, la taxista fiorentina con il suo taxi colorato e pieno di pupazzi conosciuta in tutto il mondo per accompagnare i bambini all’ospedale, prevede la messa all’asta di lotti offerti dalle cantine del Movimento Turismo del Vino.

Asta e cena aperte a tutti. Un modo quindi per fare regali di Natale di pregio: tra i lotti, oltre a bottiglie rare, anche esperienze in cantina con il produttore (degustazioni, pernottamento nella struttura ricettiva dell’azienda) e alcuni oggetti di cristallo donati dalle cristallerie di Colle Val D’Elsa, oltre a oggetti d’antiquariato o complementi d’arredo legati al mondo dell’enogastronomia. Il programma della serata partirà dalle 19 con la visita di Palazzo Pretorio e della casa di Boccaccio e con un aperitivo offerto dal MTV Toscana. L’asta, prevista al ristorante “Il Castello” per le 20 e curata dal noto battitore Curzio Mazzi, sarà seguita da una cena (su prenotazione) il cui ricavato andrà in parte anch’esso per l’iniziativa. Durante la cena saranno serviti i vini donati da due cantine fuori Toscana, quella di Elena Fucci e le Perle del Garda, mentre il menu, in abbinamento ai vini, sarà studiato da Alessandro Signorini dell’Accademia Italiana della Cucina delegazione Val d’Elsa Fiorentina. La zuppa di Certaldo sarà tra i piatti protagonisti.

L’Associazione Movimento Turismo del Vino Toscana è un ente non profit che raccoglie oltre 80 fra le più prestigiose cantine del territorio,, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità.

Il programma delle singole aziende e tutte le informazioni su Cantine Aperte a Natale in Toscana è disponibile su http://www.mtvtoscana.com/mtv/evento/it-cantine-aperte-a-natale-2015#.VkHMhvl_NHz

STREETFOOD PRATO DAL 22 AL 24 MAGGIO

Dal 22 al 24 maggio in piazza il tour del cibo di strada “certificato” che torna a Prato in Toscana

Dopo il successo dell’edizione 2014, lo Streetfood Tour torna a Prato. StreetFood Prato

Dal 22 al 24 maggio la piazza del Collegio Cicognini, inserita nel quartiere di Santa Trinita, diventerà il teatro del cibo di strada con oltre venti produttori provenienti da tutta Italia e non solo. Dalle 18 alle 24 di venerdì 22 e dalle 11 alle 24 di sabato e domenica, Prato sarà la capitale del cibo di strada con attese decine di migliaia di persone per divertirsi e scoprire le prelibatezze degli operatori presenti. L’evento, promosso dall’Associazione Streetfood in collaborazione con il Consorzio Santa Trinita per la riqualificazione dell’omonimo quartiere, durante la passata edizione aveva incentivato la riapertura di negozi fra i quali anche ristoranti. Lo spostamento in piazza del collegio permette una migliore fruibilità del pubblico, migliore gestione dell’afflusso senza contare la cornice pittoresca di un palazzo e luogo storico di Prato dove sono previste visite guidate. «Questa partnership che nasce in una città da sempre sensibile alla qualità del cibo e dei sapori – spiega Massimialiano Ricciarini, fondatore e presidente dell’Associazione Streetfood – conferma che il cibo di strada non solo non fa concorrenza alle altre attività presenti, ma anzi ne diventa un vero e proprio animatore, promovendone la riqualificazione».

Allo Streetfood Prato saranno presenti oltre 20 specialità da tutta Italia e dal mondo per far degustare alle migliaia di persone previste i cibi di strada più tradizionali e genuini (vedi l’elenco qui di seguito). Ce ne sarà per tutti i gusti. Segreto del successo è l’organizzazione che l’associazione Streetfood mette in atto con la sua decennale esperienza. Oltre ai tradizionali cibi di strada, come le panelle siciliane, le bombette pugliesi, o il lampredotto toscano, a Prato saranno presentate diverse novità. Tra queste il tortello alla lastra del Casentino. Inoltre dal Veneto i cicheti con l’ombra dei tradizionali bacari veneziani in roulotte. Oltre agli stand sarà presente l’Apecar Pan Zero che proporrà cibi di strada con farine integrali a km zero e dal Brasile panino picanha (carne di manzo), panino san agustin (pollo piccante), piato pica pollo (pollo + patate fritte con salse piccanti).

Filo conduttore presentato da Streetfood Prato è il marchio che contraddistingue il cibo di strada degli eventi promossi dall’Associazione. Dall’utilizzo di ingredienti tipici al rispetto per la storia del prodotto, passando per l’attenzione all’igiene e al rispetto dell’ambiente. E’ per questo che l’associazione nata in Toscana ha dato vita da qualche anno a un vero e proprio decalogo che gli operatori associati e quelli che si assoceranno potranno seguire per marchiarsi del bollino “Artigiano del Gusto”.

L’evento di Prato è inserito nel tour che l’associazione promuove in tutta Italia. Questa in particolare è la ottava tappa, dopo due in Piemonte, in Puglia, in Umbria e tre in Toscana. Negli eventi targati Streetfood, oltre alla qualità dei prodotti sono previste anche attività culturali, convegni, promozione turistica e intrattenimento con show cooking, street bands, dj-set e concerti di musica “live”. Tutte le tappe del tour sul sito www.streetfood.it.

CIBI DI STRADA  presenti allo Streetfood Prato:

La tradizione:

Sicilia – pane e panelle, pane ca’ meusa, arancine, cannoli e cassatine.
Romagna – Piada romagnola
Lazio – il fritto di pesce fresco nel cono, Porchetta di Ariccia (Roma)
Marche – Olive e Fritto misto da Ascoli
Toscana – Lampredotto, Trippa, Ribollita e Cacciucco del trippaio, Bomboloni, Tortello alla Lastra del Casentino (Ar)
Puglia – Bombette e zampina da Alberobello (Ba), Puccia salentina con polpo arrosto e focaccia barese
Piemonte – fritto piemontese, panino con cotoletta panata alla piemontese
Abruzzo – Arrosticini di pecora.
Veneto – Pastin di Belluno e wurstel artigianali
Campania – Patata tornado e pasticceria napoletana
Lombardia – Melagrana spremuta al momento
Veneto – Pastin di Belluno, Cicheti con l’ombra dei tradizionali bacari veneziani in roulotte

ricette “on the road”: prodotti al tartufo dell’Appenino
Apecar Pan Zero – cibi di strada con farine integrali a km zero

Tra gli stranieri:
Spagna – Paella
Argentina – griglia di carne con Asado e choripan
Grecia – souvlaki e pitta Gyros
Balcani – Burek
Brasile – panino picanha (carne di manzo), panino san agustin (pollo piccante), piato pica pollo (pollo + patate fritte con salse piccanti)

Bevande:
succo di melograno spremuto all’istante,
cocktail a base di lime e frutta fresca
birra artigianale friulana e toscana a marchio Streetfood®

  • Categorie